Aziende e Marketing

In questa sezione parleremo di aziende! Se vuoi inviarci il tuo comunicato stampa sei il benvenuto!

Biancaneve 2.0, le fiabe al tempo della touch generation

Il 28 febbraio al Nano Gigante il minicorso per bambini e genitori per imparare a interagire con tablet e touch screen, in compagnia della più classica delle merende: pane e marmellata firmata Vis

lunedì, 24 febbraio 2014

image002Milano, 28 febbraio 2014. Timore di far giocare i bambini con tablet, smartphone e ogni genere di schermi interattivi? Allora non dovete perdere questo appuntamento con Biancaneve 2.0, le fiabe al tempo della touch generation e l’App “Le storie del bosco di Vis”. Un pomeriggio dedicato ai piccoli da 3 ai 6 anni e ai loro genitori, durante il quale, grazie ad un esperto, potranno scoprire il carattere di “tecno edutainment” di tablet e applicazioni. L’evento si terrà venerdì 28 febbraio a partire dalle 15.00, nella sede del Nano Gigante di via Lambrate a Milano, con uno spettacolo di animazione interattiva, per poi continuare in dolcezza con la più classica delle merende, a base di pane e marmellata Vis.

L’evento è organizzato da Vis, azienda valtellinese da 30 anni vicina alle famiglie italiane con i suoi prodotti di alta qualità e le sue iniziative volte a insegnare, a far conoscere e amare, in modo creativo e interattivo, tutto il bello della frutta.

L’iniziativa è aperta a tutti, anche ai bambini non iscritti all’asilo, fino a un massimo di 40 posti. Si inizia con un piccolo spettacolo interattivo di teatro in cui verrà messa in scena “La principessa che aveva paura della frutta”, la storia che fa scoprire quel che successe a Biancaneve dopo il classico “E vissero tutti felici e contenti”. La fiaba, vincitrice del concorso “Le storie del Bosco di Vis”, vede infatti protagonista proprio Biancaneve, la temuta mela e l’avversione a ogni altro frutto che alla fine del racconto diventano buonissime confetture amate da tutti. Proprio pane e marmellata, infatti, con i suoi mille gusti, saranno protagonisti della golosa merenda all’insegna della corretta alimentazione.

E per concludere “Biancaneve 2.0, le fiabe al tempo della touch generation”, il mini percorso di “tecno edutainment” per capire che la tecnologia, se usata nel modo più corretto, avvicina bambini e genitori aiutando i più piccoli nello sviluppo delle attività cognitive in un rapporto di massima condivisione con gli adulti. Guidati da un esperto di native technology, i piccoli ospiti e i loro genitori partiranno alla scoperta della app “Le storie del bosco di Vis”, muovendosi tra frutti che cadono dagli alberi e buffi personaggi che prendono magicamente vista al semplice tocco di un dito.

Frutto di un concorso conclusosi nel 2013, l’App, scaricabile gratuitamente presso Apple Store e Google Play, prende vita dalla raffigurazione delle 3 fiabe vincitrici che hanno avuto come protagonista racconti ad alto contenuto di frutta. L’appuntamento del 28 di febbraio sarà infatti l’occasione per annunciare in anteprima l’inizio della seconda edizione del concorso Le storie del Bosco di Vis”, in partenza dal 1° marzo dedicato agli appassionati di racconti per bambini: mamme, papà e tutti i cantastorie dell’era 2.0.


28 febbraio 2014

Nano Gigante

Via Lambrate XX, Milano

ore 15.00 -17.00

ingresso libero

Franchising Vegano dal Gusto Italiano.

giovedì, 30 gennaio 2014

Franchising VeganoAnche in Italia siamo giunti ad una svolta nel segmento alimentare! Il mondo Vegano & Vegetariano è ad una svolta: stanno nascendo le prime catene in franchising dedicate alla ristorazione vegana.

Abbiamo avuto occasione di ricevere le prime informazioni relative ad un nuovo FRANCHISING VEGANO di cui fino ad oggi pochi ne conoscevano l’esistenza: VEGGY DAYS. Questo franchising ha una particolarità rispetto al primo nato Universo Vegano in quanto il franchisee avrà la possibilità di scegliere fra diverse formule Risto, Fast Food e Risto Fastfood. Oltre alle formule sono previsti tre moduli: il Cafè, gli Apericena e il Market.

Il cibo non è soltanto un alimento per il corpo, ma può essere nutrimento per la mente, soddisfazione dei sensi, rito sociale e…tante altre cose. Queste parole estratte dal libro Pasquale Boscarello autore di Pasticceria Naturale calzano a pennello. Il mondo Vegano & Vegetariano è tutto questo ed attualmente è in pieno fermento. Le statistiche ci dicono che il settore è in ampia crescita e che le motivazioni per diventare vegani sono numerose.Esistono vari tipi di vegetariani secondo un sondaggio fatto online dalle psicologhe Nicole Hargrave e Kristin Mitte della Shille Univesitat di Jena:

  • Vegetariani Etici quasi 2/3 del campione
  • Vegetariani Salutisti: 20%
  • circa Vegetariani Emotivi: 11%
  • Non se lo ricordano: 6%

Pensa: secondo un analisi effettuata sulle parole chiave che gli intaliani inseriscono in Google, il motore di ricerca più famoso al momdo e più utilizzato in Italia,  la parola Vegan è stata cercata di più rispetto alla parola Viaggi. Il dato è riferito allo scorso mese di Giugno e questo ha sicuramente un significato molto ampio.

Sempre secondo queste ricerche effettuate dalla web agency che segue il progetto, la parola “carne” è l’alimento più cercato ma tofu e pesce hanno le stesse ricerche mensili: 1 milione e 500 mila ricerche. Secondo l’Associazione Vegetariani Italiani il 10% degli Italiani è ormai Vegetariana o Vegana. Il dato è in crescita se pensiamo che negli Stati Uniti i Vegani sono raddoppiati lo scorso anno e che anch i Cinesi iniziano ad apprezzare la cucina Vegana.

Essere Vegani tuttavia non significa mangiare l’insalata, come molti credono ma significa utilizzzare le proteine e i carboidrati che derivano dal mondo vegetale: seitan, tofu, soia sono alcuni dei nomi dei prodotti più “famosi” ma forsi in pochi conoscono il gelato al “Lupino” davvero ottimo e per tutti i palati: vegetariani, vegani e carnivori!


Cioccolata per le serate d’autunno

PIACERE E SALUTE

martedì, 10 settembre 2013


L’estate sta finendo, l’autunno è alle porte e con esso le giornate fredde e umide, nelle quali l’unico desiderio che ci pervade è quello di nasconderci sotto le coperte, cercare un bel film in televisione e mangiare qualcosa di appagante.

Quando penso ad un comfort food - quindi un cibo che possa regalare buon umore e che funga un po’ da coccola per il corpo - la mente salta immediatamente al cioccolato.

Per i Maya il cioccolato era addirittura considerato il cibo degli Dei, proprio perché la sua consumazione era concessa soltanto a classi aristocratiche e nobili della società; il popolo Atzeco riservava invece a questo cibo proprietà afrodisiache ed energetiche.

Tutt’oggi i medici e i nutrizionisti sostengono che il cioccolato - assunto nelle giuste quantità - sia un toccasana per l’organismo. Una piccola porzione di cioccolato è da includere nella dieta ideale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari, data la sua ricchezza in polifenoli antiossidanti, che proteggono le arterie e potenziano le difese immunitarie, abbassando il rischio di tumore. I grassi del cioccolato – in particolare quello fondente – sono costituiti per un terzo da acido stearico, che non influisce sul colesterolo e aumenta la glicemia in misura molto più modesta di altri zuccheri. Come già accennato, il cioccolato ha anche un’azione antidepressiva ed eccitante, data la presenza della serotonina, ritarda l’indurimento delle arterie ed ha effetti benefici sull’acne e per il cuore.

Se consumato nelle giuste quantità, il cioccolato è pertanto un prezioso alleato per il mantenimento in salute del nostro organismo, quindi perché privarsene?

Il mercato propone il cioccolato sotto forma di tavolette, di scaglie, di gocce, di praline, di polvere… per poter soddisfare anche i palati più esigenti.

Sicuramente nella stagione invernale, verso la quale ci stiamo avvicinando, l’assunzione del cioccolato sotto forma di bevanda calda è quella che dà più soddisfazione. Possiamo appagare la propria voglia di coccole sorseggiando una cioccolata fondente, bianca, al latte, alla gianduia, al cocco, al peperoncino… Insomma qualsiasi gusto per accontentare tutti i gusti.

Come abbiamo detto, l’unica accortezza da prendere è quella di non abusare di questo cibo, considerando il fatto che è pur sempre ricco di grassi e di zuccheri. È importante quindi acquistare un prodotto di alta qualità, la cui consumazione – seppur in piccole dosi – possa dare ugualmente soddisfazione.

Proponiamo questo sito internet che ne offre un’ampia selezione di pregio e di qualità:

www.ceyloncompany.com



Grande successo per birra Theresianer

ALLA THERESIANER PALE ALE LA MEDAGLIA D'ARGENTO AL WORLD BEER CHAMPIONSHIP DI CHICAGO

giovedì, 18 luglio 2013


theresianer_pale-ale-2Lo scorso maggio la nota birra triestina ha ricevuto la Medaglia d’Argento ed il giudizio di “Highly Recommended” dalla giuria del World Beer Championship di Chicago, prestigiosa competizione internazionale sotto l’egida del Beverage Testing Institute.

La birra Theresianer, che nasce dalla passione e competenza di mastri birrai, è frutto di selezione di ingredienti di prima qualità, da un lento e controllato processo di lavorazione, giusto riposo e stagionatura. La birra Pale Ale, di colore giallo oro e profumo fruttato e deciso di lieviti, si abbina con primi piatti, carni bianche e formaggi di bassa stagionatura.

www.theresianer.com


Gruppo Cantine Colli Berici

CHIUDE IN POSITIVO IL BILANCIO DELLA CANTINA CIELO E TERRA

giovedì, 18 luglio 2013


esterni-cielo-e-terra1


Fatturato in crescita per l’Azienda di Montorso Vicentino che produce ed esporta vini dall’Amarone, ai Pinot Bianco e Grigio, dal Merlot allo Chardonnay, con ben sei linee di prodotti, tutti visibili al sito www.cieloeterravini.com

La strategia messa in campo dall’Azienda prevede grande attenzione all’esportazione che contribuisce in maniera significativa all’incremento dei risultati: nel 2012 l’aumento del fatturato estero passa ad un +45%.

Dichiara Luca Cielo: “Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti, nonostante il difficile periodo che sta attraversando il mercato, il successo riscontrato ci stimola ad impegnarci costantemente per portare al cliente finale il miglior prodotto possibile”.


www.cieloeterravini.com


Il calcio e la solidarietà

giovedì, 9 maggio 2013


sterilgarda_prodottiLa STERILGARDA, leader del settore lattiero caseario e bevande frutta, ha organizzato un incontro calcistico tra i giocatori dello Sterilgarda Castiglione e gli Chef della Nazionale Italiana Ristoratori, che si terrà lunedì 13 maggio alle ore 14,30 al campo sportivo Lusetti di Castiglione delle Stiviere.



Il ricavato delle offerte libere andrà alla cooperativa per l’handicap FIORDALISO.

La partirà sarà commentata da un cronista d’eccezione, Edoardo Raspelli e saranno numerosi gli Chef che rappresentano la Nazionale ristoratori.

Ecco la lista in campo

  • Gualtiero Marchesi e Jorge Raul del ristorante Gualtiero Marchesi di Erbusco (BS)
  • Giovanni Santini “Dal Pescatore” di Canneto Sull’Oglio (MN)
  • Fausto Zanardelli di “Altopalato”, Rezzato (BS)
  • Vera Caffini e Giorgio Bini di “Aquila Nigra” Mantova
  • Stefano Tommasi del “Borgo Antico”, Ospedaletto di Pescantina (VR)
  • Nicola Testi “Dalla Rosa Alda” di San Giorgio di Valpolicella (VR)
  • Antonio Gioco dei “Dodici Apostoli”, Verona
  • Francesco Gardinali dell’”Antico Giardino”, Ravalle (FE)
  • Marco Sogni del “La Palta”, Borgonovo (PC)
  • Luciano e Daniele Zazzeri del “La Pineta”, Marina di Bibbona (LI)
  • Pietro Ferri dell’Osteria da Pietro, Castiglione delle Stiviere (MN)
  • Giuseppe Maddalena dell’Osteria della Fragoletta di Mantova
  • Andrea Perbellini del Ristorante Perbellini, Isola Rizza (VR)
  • Massimiliano Mascia del “San Domenico”, Imola
  • Moreno Pellegrini della “Locanda 4 Cuochi”, Verona
  • Andrea Bini del “La porta accanto”, Mantova
  • Coach: Giorgio Veneziani


L’iniziativa nata dall’impegno dell’amministratore delegato della Sterilgarda Fernando Sarzi.


www.sterilgarda.it



La collezione 188 di BALLARINI

L'ECOCOLLEZIONE DI PENTOLE CHE REINTERPRETA IL KM ZERO

giovedì, 11 aprile 2013


ballarini-padella-eco-collezione_188Dopo la seconda guerra mondiale la BALLARINI, Azienda leader per la produzione di pentole sia per professionisti che per uso domestico, fondeva il metallo proveniente dai residui bellici della zona che venivano venduti di paese in paese tra Mantova e Milano. Il cerchio di produzione e vendita si esauriva in pochi km, come nostalgicamente ricorda Emilio Ballarini presidente dell’Azienda.

Oggi questo percorso virtuoso viene riprodotto con la collezione 188, numero che rappresenta la distanza massima in km della filiera di fornitura con cui vengono prodotte le pentole della nuova serie.

Angelo Ballarini responsabile marketing dell’azienda afferma: “Spesso ci siamo interrogati sul significato del km zero sentendoci esclusi da questa modalità di vendita. Il 70% della nostra produzione viene esportato in tutto il mondo come simbolo della cucina made in Italy. Ogni anno produciamo 12 milioni di utensili di alta qualità, beni durevoli che come tali non possono essere assorbiti dal mercato a km zero”. Ecco che la Ballarini, con il contributo di Alessia Gorni Silvestrini ideatrice del progetto 188, ha pensato di invertire il concetto dell’acquisto a km zero.

Ma l’impegno della BALLARINI per l’ecosostenibilità risale al 2004 con il conseguimento della certificazione UNI EN ISO 14001 che garantisce il sistema di gestione ambientale dell’azienda.


Salviamo la Mozzarella di Bufala Campana DOP

UNA PETIZIONE PER SALVARE LA MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP

martedì, 2 aprile 2013


payoff_save3

Il Consorzio di Produzione della Mozzarella di Bufala Campana DOP ha lanciato una petizione per chiedere l’abrogazione del Decreto del 6 marzo 2013. Il Decreto riguarda le Nuove Disposizioni per la produzione della Mozzarella di Bufala Campana DOP pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 21 marzo 2013, di cui riportiamo gli articoli.

 

1. A decorrere dal 30 giugno 2013, in attuazione dell’art. 4 -quinquiesdecies del decreto-legge 171/2008, come convertito dalla legge 205/2008 gli operatori inseriti

nel sistema di controllo della DOP Mozzarella di Bufala    Campana, producono il formaggio Mozzarella di Bufala Campana in stabilimenti esclusivamente dedicati a tale produzione.

2. All’interno degli stabilimenti che lavorano Mozzarella di Bufala Campana DOP è vietata la detenzione e lo stoccaggio di materie prime e cagliate diverse da latte e cagliate bufaline dedicate esclusivamente alla lavorazione della DOP Mozzarella di Bufala Campana.

3. I produttori inseriti nel sistema di controllo della DOP comunicano, entro il 30 giugno 2013, all’organismo di controllo della DOP Mozzarella di Bufala Campana DOP ed all’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari gli stabilimenti esclusivamente dedicati alla produzione di Mozzarella di Bufala Campana.


Il Consorzio, attraverso il suo direttore Antonio Lucisano, ci informa che sono già 44 le Aziende che hanno comunicato che a partire dal 1 luglio di quest’anno, non produrranno più la Mozzarella DOP perché si trovano nell’impossibilità di realizzare nuovi stabilimenti di produzione dedicati esclusivamente al prodotto DOP. Davvero non si comprende il significato di questa norma che penalizza i produttori più piccoli e di sicuro non ci protegge contro le possibili truffe ai danni del consumatore, utilizzando latte non proveniente dai luoghi prescritti per gli allevamenti delle Bufale.


http://mozzarelladop.it/pdf/Consorzio_SOS_Petizione.pdf


Tradizione e innovazione: la ricerca e la bellezza chiudono un cerchio

PRIMITIVE: IL COLTELLO ISPIRATO ALLE SELCI DELL'UOMO PRIMITIVO

lunedì, 25 marzo 2013


img_0505_cmykLa coltelleria dei fratelli Del Ben di Maniago, insieme al giovane designer Michele Daneluzzo, sono i genitori di questo meraviglioso oggetto: PRIMITIVE.

Si tratta di un coltello fortemente ispirato alle selci dell’uomo primitivo, nato tra i laboratori dell’Universität für Angewandten Kunst di Vienna e i reparti della coltelleria Del Ben. Fabrizio Del Ben, sottolineando la tradizione per gli attrezzi da taglio a Maniago, ha trovato l’incontro con il giovane talento designer, un forte stimolo ad esplorare un orizzonte che riporta agli albori della civiltà. Infatti Michele Daneluzzo dichiara: volevo regalare attraverso l’allegoria suggerita da questo oggetto una reazione viscerale ed istantanea. Volevo  creare al tempo stesso uno strumento funzionale e un simbolo della capacità umana di fare, con il minimo indispensabile.

Primitive ha la bellezza dell’oggetto essenziale, elegante, senza tempo, dalle forme pulite e nette; prestigiose vetrine come Lorenzi in via Montenapoleone a Milano lo hanno già esposto come un oggetto del desiderio. Un Made in Italy vincente.La coltelleria dei fratelli Del Ben di Maniago, insieme al giovane designer Michele Daneluzzo, sono i genitori di questo meraviglioso oggetto: PRIMITIVE.

Si tratta di un coltello fortemente ispirato alle selci dell’uomo primitivo, nato tra i laboratori dell’Universität für Angewandten Kunst di Vienna e i reparti della coltelleria Del Ben. Fabrizio Del Ben, sottolineando la tradizione per gli attrezzi da taglio a Maniago, ha trovato l’incontro con il giovane talento designer, un forte stimolo ad esplorare un orizzonte che riporta agli albori della civiltà. Infatti Michele Daneluzzo dichiara: volevo regalare attraverso l’allegoria suggerita da questo oggetto una reazione viscerale ed istantanea. Volevo  creare al tempo stesso uno strumento funzionale e un simbolo della capacità umana di fare, con il minimo indispensabile._1aq2566_cmyk

Primitive ha la bellezza dell’oggetto essenziale, elegante, senza tempo, dalle forme pulite e nette; prestigiose vetrine come Lorenzi in via Montenapoleone a Milano lo hanno già esposto come un oggetto del desiderio. Un Made in Italy vincente.

www.delben.eu/it/index.php

ph www.ruggerolorenzi.it

Quando l’Etica fa business!

ECOSOSTENIBILITA' COME SOGGETTO DELLA COMUNICAZIONE

giovedì, 21 marzo 2013


stracchinoporto_nonn288764La Latteria Montello spa ha appena vinto un bando del Ministero dell’Ambiente per un progetto finalizzato a calcolare e minimizzare l’impronta di Carbonio, lungo tutta la filiera dei produzione, di quattro fra i prodotti di punta dell’Azienda Trevigiana. Quindi sarà collocata non solo l’emissione di CO2 generata dal processo di lavorazione dei formaggi, ma anche quella che si genera in maniera indiretta, come ad esempio quella prodotta per la produzione del latte in stalla.

Per narrare l’ecosostenibilità ai più piccoli, lo Stracchino, Stracchino con fermento Probiotico, Robiola e Squaquerello, sono diventati “apprendisti formaggi volanti”. I magnifici quattro formaggi, attraverso dei corti, sono stati animati con una tecnica grafica che ricorda la carta ed il cartone; tutto per rievocare il concetto di rispetto per l’ambiente.

I filmati sono stati pubblicati sul sito www.nonnonanni.it e sulla pagine FACEBOOK www.youtube.com/user/ilNonnoNanni. Lo scopo è quello di ottenere un effetto moltiplicatore grazie ad una comunicazione in grado di coinvolgere gli utenti della rete, grandi e piccini.


Scrivi anche tu

Diventa un blogger di Marketing Alimentare: iscriviti subito!







Articoli in vetrina

17 luglio 2009

Il cibo flessibile

Sondaggio

Escludendo logiche di sconti e politiche tagliaprezzo, quale di queste leve ritieni più importante per aumentare la rotazione di prodotti alimentari da tempo presenti a scaffale nella GDO?

Leggi i risultati
Loading ... Loading ...

Eventi

Periodo: dal 6 al 9 aprile 2014
Luogo: Verona
Evento: VINITALY 2014
Periodo: dal 7 al 9 aprile 2014
Luogo: Parma
Evento: PIZZA WORLD SHOW 2014
Periodo: dal 9 all'11 novembre 2013
Luogo: Merano
Evento: MERANO WINE FESTIVAL 2013
Periodo: dal 5 al 8 maggio 2014
Luogo: Parma
Evento: CIBUS 2014
Periodo: dal 19 al 22 maggio 2013
Luogo: Milano
Evento: TUTTOFOOD
Periodo: Dal 7 al 10 aprile
Luogo: Verona
Evento: A Verona la 47′ edizione di Vinitaly
Periodo: 21-24 febbraio 2010
Luogo: Rimini
Evento: Mia
Periodo: 27 -30 Ottobre 2009
Luogo: Parma
Evento: Cibus Tec 2009
Periodo: 16-17 Ottobre 2009
Luogo: Villa d'Este - Cernobbio (Como)
Evento: Forum internazionale dell’agricoltura e alimentazione
Periodo: 10-14/10/2009
Luogo: Colonia
Evento: Anuga