Agevolazione finanziaria per internazionalizzare

FINANZIARE LA PROMOZIONE INTERNAZIONALE DI PRODOTTI AGROALIMENTARI

di Marco Palumbo

Uno dei più interessanti strumenti di agevolazione finanziaria per la promozione dei programmi promozionali nel settore agro-alimentare è rappresentato dalla legge 29 luglio 1981, n. 394, ed in particolare dall’articolo 10. Si tratta della norma che prevede contributi finanziari in rapporto alle spese sostenute dai consorzi agroalimentari e turistico-alberghieri per attività di promozione internazionale.

In base al decentramento amministrativo di numerosi strumenti di finanza agevolata, la gestione dei contributi destinati ai consorzi monoregionali è affidata alle singole Regioni, che emanano quindi bandi secondo tempi e procedure differenziate.

E’ rimasta invece accentrata al Ministero dello sviluppo economico, Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione, la gestione dei contributi a favore dei consorzi multiregionali (nonché dei consorzi monoregionali nelle Regioni Sicilia e Valle d’Aosta). Per chiarezza, va precisato che sono considerati multiregionali i consorzi di cui almeno il 25% delle imprese associate (o, in caso di consorzi con più di 60 imprese associate, almeno 15 imprese) abbiano la sede legale in una o più Regioni diverse da quella delle restanti imprese.

I soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi consorzi e società consortili, anche in forma cooperativa:
- costituiti da piccole e medie imprese agroalimentari aventi come scopo esclusivo la prestazione di servizi connessi all’esportazione dei prodotti agroalimentari;
- consorzi e società consortili, anche in forma cooperativa, costituiti da piccole e medie imprese agroalimentari, ittiche e turistico-alberghiere, aventi come scopo esclusivo l’attrazione della domanda estera.

Il numero di imprese associate deve essere non inferiore a 8; tale limite è ridotto a 5 qualora le imprese abbiano sede nelle Regioni meridionali (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia, Sardegna).

I consorzi devono possedere i seguenti requisiti:
- deve espressamente risultare dallo statuto del proponente il divieto di distribuzione degli avanzi di esercizio di ogni genere e sotto qualsiasi forma alle consorziate, anche in caso di scioglimento del consorzio o della società consortile;
- il fondo consortile deve risultare interamente sottoscritto, formato dalle quote di partecipazione dei singoli soci;
- nello statuto deve essere espressamente indicato lo scopo esclusivo verso l’estero dell’attività consortile.

Le iniziative ammissibili

Sono ammissibili a contributo solo le azioni promozionali volte a sostenere le esportazioni verso l’estero. Il programma promozionale si articola in singoli progetti. A titolo esemplificativo, il Ministero indica alcune tipologie di progetti:
- partecipazione a fiere estere;
- partecipazione a fiere internazionali in Italia riconosciute come tali in base al calendario pubblicato dalla conferenza dei Presidenti delle Regioni;
- realizzazione, stampa e distribuzione di materiale pubblicitario (cataloghi, repertori, depliant, materiale informatico, ecc.) redatto in lingua estera;
- pubblicità realizzata all’estero su riviste specializzate, radio e televisione;
- workshop, conferenze ed incontri promozionali con operatori esteri;
- azioni dimostrative e degustazioni con operatori esteri e/o all’estero;
- missioni di operatori esteri in Italia;
- ricerche di mercato, finalizzate a successive azioni promozionali sul mercato prescelto;
- apertura ed aggiornamento del sito internet predisposto in lingua estera;
- realizzazione e promozione all’estero del marchio consortile;
- formazione ed educational per operatori esteri;
- attività preparatoria per la partecipazione a programmi comunitari o di organismi internazionali.
Non sono finanziabili progetti ed azioni volti al diretto sostegno delle vendite.

In linea generale, l’attività dei consorzi può riguardare tutti i Paesi esteri.

I programmi promozionali presentati devono avere durata annuale. Eventuali progetti di durata pluriennale devono essere articolati in sotto progetti annuali, con il conseguente finanziamento della quota parte corrispondente.

L’attività promozionale deve essere programmata in modo da apportare benefici generalizzati per i consorziati. Pertanto, non sono ammesse iniziative che registrano la partecipazione di una percentuale non significativa delle imprese consorziate, valutata con riguardo al settore interessato dal progetto. I contributi non possono essere in alcun modo direttamente ripartiti tra le imprese.

Sono ammissibili le spese sostenute direttamente dal consorzio per la realizzazione dei progetti. Le spese generali e di personale, che devono essere riferite all’attività svolta in sede per la preparazione iniziale e quella conseguente successiva alle iniziative, sono ammesse nella misura massima del 20% delle spese vive di ogni progetto, purché il consorzio sia dotato di struttura stabile (sede e personale). Per le trasferte all’estero, sono ammissibili le spese di viaggio ed albergo sostenute per un dipendente del consorzio o titolare di contratto a progetto riferito al programma promozionale, nonché quelle sostenute per non più di 1 amministratore o persona specificamente incaricata dal consorzio.

Le agevolazioni

Le agevolazioni previste consistono in contributi a fondo perduto, nelle seguenti misure massime delle spese ammesse e sostenute per l’esecuzione del programma promozionale:
- di norma, il 40% delle spese;
- per i consorzi che hanno sede legale e almeno 4/5 delle imprese nelle Regioni meridionali (Campania, Puglia, Basilicata,Calabria, Sicilia, Sardegna), il 60% delle spese;
- per i consorzi che, al momento della richiesta di liquidazione, risultino costituiti da meno di 5 anni, il 70% delle spese.

L’importo dei contributi non può comunque superare i seguenti limiti massimi:
- per i consorzi aventi fino a 24 soci, 77.468,53 euro;
- per i consorzi costituiti da 25 a 74 soci, 103.291,38 euro;
- per i consorzi costituiti da più di 74 soci, 154.937,07 euro.

L’iter procedurale

Per i consorzi multiregionali, ogni anno il Ministero dello sviluppo economico emana apposito bando per la presentazione delle domande di contributo. Per esempio, per il programma promozionale 2009, le domande di contributo dovevano essere presentate entro il 20 dicembre 2008.

Il Ministero effettua la valutazione delle domande presentate, secondo i seguenti criteri:
- validità tecnico-economica dei progetti in termini di promozione e di insediamento sul mercato estero. La validità è valutata anche con riferimento alle caratteristiche del proponente ed alla ricaduta multiregionale dei benefici;
- coerenza con le Linee di indirizzo dell’attività promozionale 2008-10;
- conformità ai criteri definiti nella circolare ministeriale;
- completezza delle informazioni fornite;
- per i consorzi agro-ittico-turistici, coerenza con la promozione integrata del territorio multiregionale.

Ad avvenuta esecuzione del programma promozionale, il consorzio deve presentare il consuntivo delle spese sostenute ed apposita richiesta di erogazione.


Condividi o segnala questo articolo
  • Digg
  • Segnalo
  • Twitter
  • Wikio IT
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • StumbleUpon
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • E-mail this story to a friend!
  • Print this article!
  • Turn this article into a PDF!

Lascia un Commento

Scrivi anche tu

Diventa un blogger di Marketing Alimentare: iscriviti subito!







Sondaggio

Escludendo logiche di sconti e politiche tagliaprezzo, quale di queste leve ritieni più importante per aumentare la rotazione di prodotti alimentari da tempo presenti a scaffale nella GDO?

Leggi i risultati
Loading ... Loading ...

Eventi

Periodo: dal 6 al 9 aprile 2014
Luogo: Verona
Evento: VINITALY 2014
Periodo: dal 7 al 9 aprile 2014
Luogo: Parma
Evento: PIZZA WORLD SHOW 2014
Periodo: dal 9 all'11 novembre 2013
Luogo: Merano
Evento: MERANO WINE FESTIVAL 2013
Periodo: dal 5 al 8 maggio 2014
Luogo: Parma
Evento: CIBUS 2014
Periodo: dal 19 al 22 maggio 2013
Luogo: Milano
Evento: TUTTOFOOD
Periodo: Dal 7 al 10 aprile
Luogo: Verona
Evento: A Verona la 47′ edizione di Vinitaly
Periodo: 21-24 febbraio 2010
Luogo: Rimini
Evento: Mia
Periodo: 27 -30 Ottobre 2009
Luogo: Parma
Evento: Cibus Tec 2009
Periodo: 16-17 Ottobre 2009
Luogo: Villa d'Este - Cernobbio (Como)
Evento: Forum internazionale dell’agricoltura e alimentazione
Periodo: 10-14/10/2009
Luogo: Colonia
Evento: Anuga